Corso di

Specializzazione in Diritto Tributario per Imprenditori

Inizio corso: 23 Settembre 2021 - durata: 25 ore

A chi è rivolto

Il corso in Diritto Tributario si rivolge a giovani imprenditori che desiderano acquisire le proprie competenze in materia fiscale per proseguire al meglio le attività imprenditoriali.

Competenze e obiettivi

Il corso Diritto Tributario offre una visione completa e aggiornata della disciplina fiscale, trasmettendo il giusto metodo di interpretazione e applicazione della norma tributaria. I partecipanti potranno confrontarsi con gli esperti del settore e analizzare documenti e casistiche ricorrenti nella quotidianità professionale.

Inizio corso: 23 Settembre 2021
Durata: 25 ore
Modalità: live
Costo: € 250,00 IVA esclusa
Codice corso: form111-2021

Programma didattico

  1. Le fonti del diritto tributario;
  2. Lo Statuto dei diritti del contribuente;
  3. Differenze tra tributo, imposta, tassa, contributo e monopolio;
  4. Le singole categorie di imposte: dirette e indirette (cenni generali a IRPEF; IRES, IVA);
  5. La struttura dell’obbligazione tributaria e i suoi soggetti.Docente: in attesa di conferma

  1. Accessi, ispezioni e verifiche fiscali:
    – Selezione dei contribuenti da sottoporre a controllo;
    – Illegittimità dell’atto ispettivo;
    – Richiesta di comparizione;
    – Richiesta di atti e documenti;
    – Invio di questionari;
  2. Processo verbale di constatazione (PVC) e correlativi oneri di produzione in capo all’A.F. alla luce della recente giurisprudenza di legittimità;
  3. Osservazioni e richieste a seguito di PVC ex art. 12 co. 7 L. n. 212/2000
  4. Le indagini bancarie.Docente: in attesa di conferma

  1. Inquadramento generale sull’accertamento tributario;
  2. Le diverse tipologie di accertamento (persone fisiche e persone giuridiche):
    – L’accertamento analitico;
    – L’accertamento analitico-induttivo;
    – L’accertamento induttivo;
    – L’accertamento d’ufficio;
    – L’accertamento parziale;
    – L’accertamento basato sugli studi di settore;
    – L’accertamento sintetico (redditometro);
    – I nuovi ISA (Indici sintetici di affidabilità);
    – I controlli di natura formale ex artt. 36-bis e 36-ter del D.P.R. n.600/1973;
    Giornata successiva:
  3. L’avviso di accertamento e la sua procedura di notificazione;
  4. L’avviso di accertamento motivato per relationem al p.v. di constatazione;
  5. L’accertamento esecutivo: contenuto dell’atto impo-esattivo;
  6. Il nuovo contraddittorio preventivo endo-procedimentale (il nuovo art. 5-ter del D.Lgs. n.218/1997);Docente: in attesa di conferma

  1. Il sistema della riscossione: cenni generali
  2. I soggetti della riscossione: l’Agente della Riscossione (ex Equitalia);
  3. Le tipologie di riscossione: versamento diretto (c.d. autoliquidazione), sostituzione d’imposta, riscossione coattiva;
  4. I ruoli (ruolo ordinario e straordinario);
  5. La cartella di pagamento: termini di emissione e procedura di notifica;
  6. La sospensione della procedura di riscossione;
  7. Istanza di rateizzazione ordinaria e straordinaria ex art. 19 D.P.R. n.602/1973;
  8. La rottamazione delle cartelle esattoriali e il saldo e stralcio;
  9. L’esecuzione forzata tributaria.Docente: in attesa di conferma

  1. Il principio di legalità e il favor rei;
  2. La colpevolezza e le cause di non punibilità;
  3. Il concorso di violazioni e la disciplina della continuazione;
  4. Il ravvedimento operoso:
  5. Il procedimento di contestazione e irrogazione della sanzione;
  6. Le misure cautelari:
    – L’ipoteca e il sequestro conservativo;
    – Il fermo amministrativo;
    – Pignoramento presso terzi;Docente: in attesa di conferma


  1. L’autotutela tributaria:
  2. L’acquiescenza del contribuente;
  3. L’accertamento con adesione:
  4. La conciliazione giudiziale in udienza e fuori udienza;
  5. La definizione agevolata delle sole sanzioni;
  6. L’interpello tributario:
    – L’interpello ordinario;
    – L’interpello probatorio;
    – L’interpello anti-abuso;
    – L’interpello disapplicativo;Docente: in attesa di conferma


  1. I principi generali in tema di tributi locali:
    – IMU;
    – TARI;
    – TASI.Docente: in attesa di conferma


E-FORMIGO